Bill Laimbeer ancora contro Jordan: “LeBron James è il GOAT”

pubblicato in: Notizie | 0

Bill Laimbeer, oggi presidente e capo allenatore in WNBA con le Las Vegas Aces, viene sicuramente ricordato da tantissimi tifosi per la sua carriera da giocatore. Laimbeer ha passato quattordici stagioni nella lega più prestigiosa al mondo, di cui tredici con tra le fila di Detroit, diventandone una bandiera e scrivendo pagine indelebili della storia della franchigia; tant’è che il suo numero, il 40, è stato anche ritirato dai Pistons.

Bill Laimbeer faceva parte dei temutissimi Detroit Pistons degli anni ’80 e primi anni ’90 che passarono alla storia con il nome di “bad boys” per la loro fisicità ed aggressività che mettevano in campo ad ogni partita, a volte ai limiti ed anche oltre del regolamento. Con coach Chuck Daily ed un roster che oltre a Laimbeer poteva contare sulla stella Isiah Thomas, sull’aggressività di Dennis Rodman e su altri due ottimi giocatori come Joe Dumars e Mark Aguirre, i “bad boys” parteciparono a tre finals consecutive (1988-90) riuscendo a laurearsi campioni in due occasioni. In queste stagioni i Pistons eliminarono per tre volte consecutive i Chicago Bulls di un certo Michael Jordan che già dominava la lega. Famosissime anche le “Jordan rule”, vale a dire il trattamento, spesso duro e falloso, che riservavano al 23 dei Bulls.

Ieri Bill ospite di “First Take”, talk show di ESPN con Stephen A. Smith e Max Kellerman tra gli altri, ha affrontato senza alcun problema la questione su chi sia il più forte di sempre tra Michael Jordan e LeBron James, il cosiddetto G.O.A.T (domanda che tutti si sono fatti almeno una volta).

“Io non ho paura a dire che per me LeBron James è il migliore di sempre ad aver mai giocato a pallacanestro. È alto 2.03, pesa 130 chili, corre veloce come il vento e ha doti atletiche irreali ma soprattutto, quando è entrato nella lega fin dal primo giorno sapeva già come coinvolgere i suoi compagni di squadra per trascinarli alla vittoria. Se guardiamo gli anelli vinti, ovviamente Jordan ha più titoli, ma io credo che LeBron avrebbe potuto fare quello che sta facendo oggi, e da 15 anni in qualsiasi epoca, e per questo sono convinto che sia lui il miglior giocatore nella storia di questo sport.”

Anche dopo trent’anni e fuori dal parquet non sembra esser terminata la rivalità tra Bill Laimbeer ed MJ.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.