Michael Jordan rompe il silenzio sul caso Floyd: “Ne abbiamo avuto abbastanza”

pubblicato in: Notizie | 0

“Sono profondamente rattristato, veramente addolorato e visibilmente arrabbiato.

Vedo e sento lo sdegno e la frustrazione di tutti. Sono accanto a coloro che stanno denunciando il razzismo e la violenza nei confronti delle persone di colore radicati nel nostro paese.

Ne abbiamo avuto abbastanza. Io non ho la risposta, ma le nostre voci collettive mostrano forza e incapacità di essere divisi da altri. Dobbiamo ascoltarci a vicenda, mostrare compassione ed empatia senza mai voltare le spalle a questa brutalità insensata.

Dobbiamo coltivare espressioni pacifiche contro l’ingiustizia e pretendere la responsabilità per ciò che è stato. Le nostre voci unificate devono fare pressioni sui nostri leader affinché cambino le nostre leggi, altrimenti avremo bisogno del nostro voto per creare un cambiamento sistemico.

Ognuno di noi deve essere parte della soluzione, dobbiamo lavorare insieme per garantire giustizia a tutti.

Il mio cuore va alla famiglia di George Floyd e quelle delle innumerevoli altre vite insensatamente e brutalmente cancellate da atti di razzismo e ingiustizie.”

Michael Jordan sul caso George Floyd.

Michael Jordan, in passato più volte criticato per la sua scelta di non prendere posizione riguardo le questioni sociali e politiche, si è finalmente espresso.

Perché, in fin dei conti, ci sono questioni davanti alle quali è impossibile rimanere in silenzio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.