Morto Wes Unseld, la leggenda dei Washington Bullets

pubblicato in: Notizie | 0

Un altro lutto colpisce il mondo NBA che in questo, terribile, 2020 ha già dovuto dire addio a Kobe Bryant e a Jerry Sloan, storico allenatore degli Utah Jazz.

Si è spento infatti nella giornata di ieri, all’età di 74 anni a causa di una grave polmonite, Wes Unseld, leggendario centro dei Baltimore Bullets/Washington Bullets con cui ha vinto anche un titolo NBA venendo nominato MVP delle Finals.

Dopo aver trascorso quattro anni al college di Louisville, mantenendo una super doppia doppia di media da 20.8 punti e 18.9 rimbalzi ad allacciata di scarpa, Unseld venne selezionato al draft del 1968, con la seconda scelta assoluta, dai Baltimore Bullets.

Nella sua prima stagione in NBA Unseld vince sia il premio di miglior matricola sia il premio di MVP della stagione regolare divenendo l’unico, assieme a Wilt Chamberlain, capace di compiere quest’impresa (venendo incluso dunque sia nel primo quintetto matricole sia nel primo quintetto NBA). Per le sole statistiche la sua prima stagione da professionista andò in archivio con una doppia doppia di media da 13.8 punti e 18.2 rimbalzi catturati con quasi il 57% dal campo.

Memorabile la sua terza gara in NBA dove, nella vittoria 121-110 contro i 76ers, il nativo di Louisville trascina i Bullets al successo registrando una prova stratosferica da 20 punti e 29 rimbalzi (career-high).

Durante la sua carriera, durata 13 anni e trascorsa interamente con la casacca della franchigia capitolina, è stato miglior rimbalzista nella stagione 1974/75 grazie ai quasi 15 rimbalzi di media catturati, mentre la stagione successiva ha guidato la lega per percentuale dal campo (circa 58%). Wes è stato 5 volte All-star ed uno dei perni fondamentali di quei Bullets che nel giro di dieci anni raggiunsero ben 4 volte le NBA Finals, laureandosi campioni nel 1978 al termine di una battaglia durata sette gare contro i Supersonics. Unseld fu MVP delle Finals terminando con 9 punti e 14.7 rimbalzi ad allacciata di scarpa.

Unseld, nei 13 anni da professionista trascorsi nella lega, ha disputato 984 partite chiudendo con 10.8 punti di media, 14 rimbalzi e 2.9 assist.

Ritiratosi nel 1981, il suo numero (il 41) è stato ritirato e nel 1988 è stato introdotto nella Hall of fame di Springfield. Successivamente, nel 1996, è stato incluso nell’elenco dei 50 giocatori più forti della storia NBA.

Viene inoltre considerato come uno dei migliori rimbalzisti di sempre ed il miglior difensore di quell’epoca.

Riposa in pace, Wes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.